tigre ifaw
GEAPRESS – Una tigre dell’Amur è tornata libera nell’estremo oriente russo. Ne da comunicazione IFAW (International Fund for Animal Welfare), che evidenzia il buon esito del rilascio della tigre Ilona. Il programma di reintroduzione prevede in tutto il ritorno di cinque felini.

Si tratta, sottolinea IFAW, di numeri che non devono indurre in errore. Le cinque tigri, infatti, corrispondono all’1% della popolazione mondiale selvatica di questa sottospecie, rappresentando così un risultato significativo.

La tigre dall’Amur, altresì detta “siberiana”, è a grave rischio di estinzione. Buona parte degli esemplari sopravvivono negli estremi territori  orientali russi, mentre incerto e con un areale frammentato è il destino di quelle che vivono in Cina. La principale minaccia è rappresentata dalla caccia di frodo.

La tigre era ospitata, prima della liberazione, nel Wildlife Rehabilitation Center della città di  Alekseevka. Era stata sedata al fine di prevenire fonti di stress durante il trasporto verso il luogo della liberazione.

In Italia, invece, si è dovuta anestetizzare una grossa tigre del circo Lidia Togni che a San Giuseppe Vesuviano (NA) ha preoccupato non poco le forze di polizia. Il grande felino, infatti, ha girovagato per alcune ore prima di essere rintracciato e bloccato nei pressi di un mercato rionale.

Non è la prima volta che in Italia si deve registrare la fuga di animali definiti per legge pericolosi per la salute e l’incolumità del pubblico. E’ capitato con gli elefanti ma anche con le tigri del circo, ed in epoche recenti. Tanto per rimanere sullo stesso circo, una fuga di tigri era stata registrata nel febbraio 2013 ad Hammamet, in Tunisia. Tre tigri, stante quanto riportato dalla stampa tunisina, apparvero alle quattro del mattino a dei vigilantes  tra le strade della città. Nel dicembre del 2012, invece, un altro incidente avvenne a Bari. Un leone fuori dalla gabbia, durante lo spettacolo. L’allarme, però, rientrò quasi subito.

Sulla vicenda della tigre fuggita a San Giuseppe Vesuviano è intervento il Sindaco della città Avvocato Vincenzo Catapano. Intervistato da Videoinformazioni Agenzia, ha dichiarato di volere firmare una Ordinanza per vietare ora lo spettacolo circense.

Di certo, si commenta oggi nel tam tam animalista, le tigri russe se la passano meglio. Sedate, ma per tornare in libertà.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati