leone circo
GEAPRESS – La scena del giovane leone che artiglia una bambina nel Wuhan Forest Safari Park ha già fatto chissà quante volte il giro del mondo. Un giovane leone che, chissà perchè, si è trovato a contatto con la piccola. Lo zoo, installato nel popoloso capoluogo della provincia dell’Hubei, è in realtà un safari park con annessi spettacoli da circo e non solo.

E’ il più grande safari park della Cina con molti punti di intrattenimento dedicati ai bambini. Poi “spettacoli” con gli orsi che vanno in bicicletta ed il tiro alla fune con le tigri. Da un lato gli spettatori e dall’altra parte della grata le tigri che addentano la fune cosparsa di grasso animale. Solo le tigri, sono ormai quasi 200.

Nello stesso luogo è possibile farsi fotografare con gli animali, non necessariamente in gabbia se la sicurezza lo consente. E’ proprio questo, ora, al centro dei sospetti sull’attacco del giovane leone. L’animale ha infatti artigliato alla caviglia la bambina, ma dal filmato non sembra mostrare i tipici segni di un attacco (VEDI VIDEO). In altri termini non  mostra cenni evidenti di aggressività. Il leone, cioè, sembra essere abituato ad interagire in qualche maniera con l’uomo, finanche quando viene ripetutamente picchiato. Un leone di un anno è già in grado di arrecare seri danni, ma in questo caso sembra subire le percosse a lui rivolte da almeno due delle cinque persone che tentavano di liberare la bambina. Tra il leone e l’uomo non si denota quella invisibile soglia della paura, molto nota negli addestramenti circensi. Una distanza minima con l’uomo oltrepassata la quale l’animale tenta di fuggire e, se questo non è possibile, aggredire.

Nello zoo sono altresì presenti spettacoli circensi con tigri, leoni ed altri animali mentre non è ancora chiaro se al suo interno avvenga anche l’alimentazione a vivo dei felini, ovvero l’introduzione nei recinti di animali vivi da predare.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI VIDEO: