GEAPRESS – Mentre in Italia si è infranta innanzi al TAR anche l’Ordinanza anti circo di Ferrara (vedi articolo GeaPress), in Irlanda un altro consiglio comunale ha bandito dal suo ambito territoriale il tendone con il serraglio viaggiante. Si tratta della cittadina di Monaghan, quasi al confine con l’Irlanda del Nord. Questo provvedimento, si va ad aggiungere a quelli già emanati da altri centri abitati tra cui Waterford, Drogheda, Kilkenny, Leitrim e Galway. Anche in Irlanda, al Parlamento nazionale, si è già discusso di presentare una proposta di legge che vieti il circo con animali, così come analoghe iniziative sono già arrivate al Parlamento inglese, al Bundesrat tedesco, mentre importanti divieti esistono già in altri paesi europei, tra cui Portogallo (animali pericolosi) e Austria (animali di specie selvatica).

Un processo inverso, dunque, all’Italia, dove la proposta di legge anti circo con animali si è liquefatta, nell’indifferenza generale, nella proposta di legge di testo unico sulla spettacolo viaggiante pervenuta in Commissione Cultura della Camera dei deputati a firma dell’On.le Gabriella Carlucci (aderente all’intergruppo amici della caccia e delle pesca).

Sulle italiche Ordinanze, invece, qualora prevedevano il divieto di detenzione di una o più specie animali, sono in genere subito decadute innanzi al TAR. L’ultima è stata quella di Ferrara ed il problema sollevato dai Giudici Amministrativi è più o meno lo stesso dagli anni novanta fino ad oggi. I circhi, infatti, in base ad una vetusta legge risalente al 1968, hanno riconosciuta una funzione sociale. Un sistema valido forse più ai pomeriggi dell’unico canale televisivo ed il suo programma “L’amico degli animali” con l’aiutante ascaro Andalù e la scimmia (vera) Cita.

Per la cronaca, ormai alcuni decenni addietro, fu la città di Trento una delle prime a cadere sotto i colpi dei ricorsi circensi. Ne seguirono poi molte altre, tra cui Livorno e Firenze, cadute una appresso all’altra innanzi ai rispettivi TAR già sul finire degli anni novanta. In ultimo, Ferrara.

In Irlanda, come in altri paesi, le cose vanno diversamente.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati