CIRCO a MONZA
GEAPRESS – Divieto di utilizzo di tutti gli animali selvatici all’interno dei circhi inglesi ed a  partire dal 2015. Lo ha annunciato ieri il Ministro dell’Ambiente e degli Affari Rurali.

La lunga storia del circo senza animali in Inghilterra era iniziata con le investigazioni animaliste condotte in incognito dietro le quinte di più circhi inglesi. Poi una mozione approvata dalla  Camera dei Lords (per quel paese vincolante), una consultazione pubblica che ha raccolto  il 94% dei consensi ed i tentennamenti del Governo di David Cameron che aveva inizialmente tentato di relegare la proposta di bando ad una nuova regolamentazione. Ora, invece, la decisione. A partire dal 2015 niente più leoni, tigri, elefanti, giraffe, scimmie ed altri animali se di specie selvatica.

A comunicarlo è il cartello di associazioni che aveva diretto la protesta oltre che a British Veterinary Association.  La notizia, riferiscono le associazioni, è stata confermata dal Ministro per l’Ambiente e gli Affari Rurali Lord de Mauley.  Il governo applicherà il divieto a tutti gli animali selvatici.

La proposta riguarderebbe , oltre che all’Inghilterra, anche il Galles. Impegnati a discutere della vicenda  sono però anche la Scozia e l’Irlanda del Nord. Gli animalisti inglesi si sono offerti di collaborare con il Ministero per la diversa collocazione degli animali attualmente detenuti. Ad intervenire sulla vicenda sono le associazioni RSPA, CAPS e la Fondazione Born Free.

Sono già numerosi, in Europa come in altre parti del mondo, i paesi che hanno bandito, in tutto o in parte, l’uso degli animali nei circhi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati