tigre
GEAPRESS – Nessuna sconfitta del fronte in favore del circo con animali.

Lo ribadiscono quattro associazioni animaliste inglesi dopo l’incontro avvenuto  con Lord de Mauley. Al parlamentare  competono, in seno al Ministero dell’Ambiente e Affari rurali, anche le questioni relative alla cattività animale.

L’incontro  è avvenuto nel palazzo di  Westminster.

Lord de Mauley, riferisce una nota di CAPS (Captive Animals’Protection Society), ha voluto ribadire l’impegno del Governo per arrivare allo stop nei circhi di animali appartenenti a specie non domestica. In tal maniera, riferiscono gli animalisti, vengono smentite le note di “vittoria” provenienti dai settori circensi dopo che la Regina, nel suo discorso di inizio anno, non aveva menzionato la proposta tra quelle in lista di approvazione.

Dunque le notizie di stampa secondo le quali era sembrato doversi accantonare la proposta di divieto, non sarebbero corrispondenti alla realtà dei fatti. Anzi, lo stesso Lord de Mauley, ha riferito che non era a conoscenza di ostacoli lunga la via dell’iter parlamentare.

Dal canto loro le associazioni hanno sottolineato che la loro attività non verrà meno finchè in Inghilterra non si otterrà il divieto totale sulla detenzione degli animali nei circhi equestri.

Liz Tyson, direttore CAPS, subito dopo l’incontro con il rappresentante del Governo, ha invitato i sostenitori a scrivere un messaggio sia al Primo Ministro che al Vice Primo Ministro. Questo al fine di garantire tempi più ristretti per arrivare alla votazione del disegno di legge.

Si ricorda che la proposta, ha ricevuto il voto favorevole di una mozione parlamentare che dovrebbe ora costringere il Governo a legiferare. In Inghiltera, tali atti hanno infatti una funzione vincolante. I parlamentari che hanno votato a favore appartenevano ad entrambi gli schieramenti politici.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati