GEAPRESS – E’ stato trovato con numerose ferite da morso, che hanno interessato la gola, il viso, il petto e ad una coscia. Il 21enne di origine afgana da un mese circa in possesso di regolare permesso di soggiorno è riuscito ieri ad eludere la sorveglianza dello zoo di Copenaghen.

Ancora da ricostruire la dinamica dell’incidente che secondo la Polizia potrebbe prefigurarsi come un suicidio. Tutto ancora da appurare, ovviamente.

L’uomo si sarebbe ritrovato nel fossato allagato ed essere stato aggredito qui dalle tre tigri siberiane. Stante quanto riferito dalla stessa Polizia sarebbe stato ucciso in acqua e poi trascinato all’interno di un locale coperto del recinto delle tigri. Le telecamere di sicurezza dello zoo non avrebbero rilevato la presenza dell’uomo e, comunque, nei pressi della gabbia non ve ne erano installate.

Incredibile la dichiarazione del Direttore dello zoo secondo il quale se una persona vuole veramente entrare nell’area delle tigri, non si può impedire che lo faccia.

Oggi l’area delle tigri risultava transennata dalla Polizia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati