papa francesco incontro media
GEAPRESS – Entusiasmo nel mondo del circo per la fotografia di Papa Francesco che cinge con una carezza  la testa di un giovanissimo circense. Niente serpenti, come fu con Papa Wojtyla, o l’incredibile leonicino di Benedetto XVI finito poi nei manifesti pubblicitari degli spettacoli circensi nei pressi di noto centro commerciale. Sabato 26 ottobre, in occasione della Giornata  delle Famiglie, solo un tendone in miniatura, condivisibile se non fosse per gli animali ancora costretti negli spettacoli del circo.

Un impatto minore, almeno sotto il profilo animalista, ma riconducibile, secondo i circensi, “all’immagine emblematica della famiglia del circo del Papa“. Un’immagine, quella del circo, che spera di essere riconosciuta tra quelle sancite come Patrimonio Culturale Immateriale  dell’Unesco. Se ai distratti dell’altro fronte sembra  impossibile, basti considerare che di recente, tra questi “Patrimoni”, è stata inserita  la falconeria (che pur entra a volte nel mondo del circo) voluta da alcuni paesi medio orientali ma anche da altri aderenti alla UE.

Intanto, proprio il circo, continua a collezionare manifestazioni innanzi ai suoi ingressi. Dopo il Moira Orfei, tanto per citare le sigle più note, criticato dagli attivisti del Partito Protezione Animali a Bagnolo San Vito (MN), è stata la volta di altra insegna Orfei a Ferrara  avvilita dagli striscioni di Animal Amnesty. A Sassari, invece, quasi rissa difronte al circo Martin, mentre domenica prossima andrà in scena il circo Medrano a Novara, con manifestazione animalista, ovviamente.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati