marius II
GEAPRESS – La notizia, apparsa ieri sui media,  parrebbe confermata secondo il proprio punto di vista  in una comunicazione ufficiale dello stesso zoo. Una giraffa, anch’essa di nome Marius, rischia di venire abbattuta. La motivazione è sempre il surplus.

Lo Jyllands Park zoo, informa infatti che anche questa struttura fa parte di un progetto internazionale per il mantenimento delle specie. Una collaborazione significativa, riferisce lo zoo, che coinvolge chi collabora per mantenere una popolazione sana di ogni specie. Questo significa, dice sempre lo zoo, che alcuni animali possono essere uccisi per mantenere sano lo stock in possesso  ed evitare la consanguineità.

Anche questa seconda struttura potrebbe pertanto intervenire su una delle giraffe possedute. Uccisa come trasferita lontano dal parco. A decidere sarebbe il coordinatore  internazionale del progetto. Nel caso di soppressione, ovvero se il coordinatore internazionale così decide, vorrebbe dire che questo è il metodo migliore per mantenere sano un allevamento di giraffe prive di consanguineità.

La prassi, fa intendere lo zoo, è già stata messa in atto in Danimarca. Anzi, in altri paesi dove non riescono a fare questo, gli animali in surplus vivrebbero in condizioni di infelicità.

Questa la comunicazione ufficiale dello zoo apparsa appena 13 ore addietro nell’account Facebook della struttura. Poco dopo si è scatenato il putiferio. Oltre 200 i commenti finora pervenuti. Gli inviti, più o meno gentili, sono tutti in favore della giraffa.

Secondo quanto riportato a nome dello zoo da alcuni media, la struttura sarebbe in possesso di due giraffe maschio. E’ attesa la femmina, ma i tempi non sono ancora definiti. Su tutto deciderà il programma internazionale. Il The Guardian, però, ha riferito di un’alta probabilità che la giraffa verrà uccisa. La giraffa Marius (stesso nome di quella uccisa domenica scorsa nello zoo di Copenaghen) ha sette anni di vita.

VEDI AGGIORNAMENTO

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati