leone
GEAPRESS – Ha ringraziato tutti lo zoo di Odense, terza città della Danimarca. La pubblica dissezione del leone ucciso mesi addietro perchè in esubero, in programma oggi alle 14.00, si è regolarmente svolta, attirando folle di visitatori, tra cui molti bambini.

Tutto a posto dunque e lo zoo si dichiara pure dispiaciuto per chi, a causa dell’afflusso, non ha potuto assistere alla dissezione. “Grazie mille per il vostro interesse“, ha comunicato lo zoo. Verrebbe da dire … alla prossima, visto che tale pratica è in uso non solo nello zoo di Odense ma, tanto per rimanere in Danimarca, anche in quello di Copenhagen, dove venne sezionata, a seguito uccisione, la famosa giraffa “Mario”.

Lo zoo di Odense, due giorni addietro, aveva altresì pubblicato il parere favorevole  espresso dall’Organizzazione europea degli zoo, la quale si sarebbe dichiarata d’accordo sia con l’uccisione degli animali in esubero che con la dissezione didattica. Questo anche se, avrebbero riferito gli esperti degli zoo, alcune culture  potrebbero non condividere.

Tutti i più famosi zoo del mondo, aderiscono a tale organizzazione che stila i programmi di cosiddetta salvaguardia delle specie di animali ex situ, ovvero in cattività. Si tratta della “nuova” svolta delle strutture della cattività animale che, ormai alcuni decenni addietro,  riuscirono a valorizzare la loro immagine elevandosi a difensori della biodiversità. Un aspetto, questo, molto contrastato.

Oggi, comunque, con il parere favorevole degli esperti, un leone in “esubero” ucciso mesi addietro è stato scongelato e sezionato per i bambini.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati