GEAPRESS – La Corea del Sud potrebbe a breve vietare la cattura dei cetacei e dei delfini in particolare, da destinare agli spettacoli acquatici. L’annuncio è stato fatto dal Ministero degli Affari Marittimi e segue probabilmente le polemiche derivate dalla scoperta di un delfino detenuto illegalmente in una struttura della cattività acquatica sud coreana. Nell’aprile scorso, poi, un Tribunale aveva ordinato il ritorno in mare di cinque delfini a quanto pare detenuti senza le necessarie autorizzazioni.

La Corea del Sud, come molti altri paese dell’estremo oriente, è uno dei luoghi dove più intensamente si è sviluppata negli ultimi decenni l’industria della cattività acquatica. Un sistema che in definitiva ha solo seguito, con un po’ di ritardo, quanto avvenuto nei paesi occidentali, Italia compresa.

Nel provvedimento del governo sudcoreano, potrebbe però nascondersi l’escamotage per continuare a catturare delfini, ovvero la ricerca scientifica. Un po’ come per le balene dei giapponesi. Anche in questo caso, però, non dobbiamo meravigliarci. Sebbene in Italia sia vietata la cattura dei delfini, per poterli detenere nei circhi d’acqua, occorre una giustificazione scientifica o educativa…

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati