copenhagen zoo
GEAPRESS – Una azione dimostrativa portata a compimento da PETA. Una grande scritta luminosa con l’effigie della testa di una giraffa ed una scritta che lascia spazio a pochi dubbi. Marius, la giovane giraffa uccisa e sezionata innanzi ai bambini (vedi articolo GeaPress ) ha in sostanza pagato con la vita il costo del biglietto con il quale lo zoo si alimenta.

Per PETA, infatti, quanto avvenuto nello zoo della capitale danese, potrebbe non essere così raro, addirittura una prassi. Lo aveva ribadito anche il CAPS, l’associazione inglese specializzata nella cattività animale (vedi articolo GeaPress). Gli animali in surplus negli zoo europei sarebbero non meno di 7500. Chi fine si prospetta per loro?

La morte della giraffa Marius, dovrebbe rappresentare, ad avviso di PETA, un campanello di allarme per chi nutre ancora l’illusione che gli zoo servono a qualcosa. In realtà, sempre secondo PETA, altro non sono che strutture detentive a scopo di lucro. L’associazione rimarca ulteriormente come l’abbattimento del cosiddetto surplus, è molto più comune di quello che è dato sapere.

Il messaggio apparso nel muro di ingresso dello zoo di Copenhagen, era riservato al Direttore.

VEDI VIDEO PETA ZOO COPENAGHEN

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati