circo campania
GEAPRESS – E’ stato votato alcuni giorni addietro dal Parlamento cipriota un emendamento di modifica della Legge sul Benessere Animale che impone il divieto assoluto di detenzione degli animali nei circhi. A quanto pare un intervento risolutivo del Governo che taglia corto sulle discussioni che erano sorte in merito.

Di fatto Cipro equipara la legislazione di settore a quanto già approvato in Grecia nell’aprile 2012. Anche in questo caso, divieto assoluto di detenzione.

Da rilevare che in Grecia in più occasioni erano sorte polemiche sulla detenzione degli animali nei circhi. In alcuni casi i tendoni oggetto di vivaci contestazioni erano quelli italiani. Nomi altisonanti e non.

L’emendamento ora approvato  non è comunque l’unico di modifica della legge cipriota sul benessere animale. In base ad altri emendamenti presentati dovrebbe essere previsto un comitato nazionale sugli animali utilizzati nella sperimentazione  oltre al divieto di mutilazioni per fini estetici. Per intenderci, taglio di coda, orecchie, denti, unghie e finanche le corde vocali, salvo diversa disposizione veterinaria.

La notizia sul circo, ora diffusa da Born Free Foundation, sarà destinata ancor di più a riaccendere le speranze di chi vede di buon occhio l’estensione  di tale divieto anche in altri paesi della UE. Quando una polemica similare era sorta in Austria le associazioni circensi cercarono di ricorrere presso le autorità europee sostenendo, e perdendo, la loro causa. Uno Stato membro può intervenire in materia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati