tigre cina
GEAPRESS – Un caso penoso che ha avuto come protagonista un uomo a quanto pare affetto da turbe psichiche. Aveva però ottenuto un lavoro come Guardia privata nelle città di Chengdu ed evidentemente nessuno si era accorto del suo stato. Lavoro che aveva trovato noioso.

Di certo, raggiunto lo zoo locale, si è arrampicato su un albero ed è riuscito a saltare all’interno del recinto vetrato delle tigri. Prima, però, aveva annunciato l’intenzione di voler migliorare la condizioni di vita dei felini  e per questo avrebbe offerto il suo corpo per il pasto quotidiano. Raggiunto l’interno della gabbia, è però riuscito solo a spaventare le tigri, facendole così allontanare. Salvato la prima volta, ha sfidato nuovamente la sorte, incitando le tigri a venirgli incontro. Il grosso maschio lo ha così afferrato alle spalle, riuscendo a trainarlo per un breve percorso. Nel frattempo i guardiani dello zoo erano riusciti a sparare un dardo anestetico contro la tigre.

L’uomo, prima del tragico episodio frutto di uno stato depressivo, aveva riferito che non trovava dignitoso quello spazio per le “nobili e magnifiche tigri”. Le due tigri bianche detenute nello zoo, al di là di presunte “rarità” sbandierate da zoo e circhi, altro non sono che comuni tigri del bengala, tutte discendenti da un tigrotto bianco catturato alcuni decenni addietro in India. Gli stretti incroci tra consanguinei, hanno creato una discendenza dal manto più o meno puro. In cattività, dopo la tigre bianche, è arrivata anche quella rosa. Varietà multicolori per la cattività animale.

                                                                 VEDI VIDEO

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati