GEAPRESS – Se a Casamassima provi a passeggiare con il tuo cane in un’area verde, il Vigile ti sanziona per avere disobbedito all’Ordinanza comunale che dovrebbe così tutelare salute e fili d’erba. Se però, porti al guinzaglio il tuo cammello, allora non ci sono problemi.

E’ successo nei giorni scorsi nel centro di Casamassima, dove due cammelli del Circo Praga hanno stazionato in un’area verde lasciandovi pure un bisognino adeguato alle dimesioni. Nulla hanno potuto gli attivisti della Lega Nazionale per la Difesa del Cane – sezione di Turi, chiamati da alcuni cittadini quantomeno perplessi per la scena.

E dire che il circo, a detta degli attivisti, stava mettendo in atto una attività spettacolistica o quantomeno di tipo promozionale. Alle persone, infatti, veniva consentito di potere fare una fotografia con gli animali e nel frattempo venivano consegnati dei biglietti promozionali. Il tutto sul prato del Comune che però ne bandisce l’uso ai cani.

A nulla sono valse le telefonate alla Polizia Municipale con la quale è nato pure un battibecco. Poi la volante della Polizia fermatasi incuriosita. Niente, a Casamassima, terra di cammellieri, quel posto era evidentemente riservato. Non ai cittadini ma ad una attività del circo.

Abitudine questa, frequente in molti centri, soprattutto medio piccoli. Nonostante le norme inserite nel Testo Unico delle leggi di pubblica sicurezza, senza considerare il fatto che tutti i camelidi sono considerati dalla legge italiana pericolosi per l’incolumità del pubblico. I privati detentori non possono più tenerli, mentre i circhi autorizzati potrebbero utilizzarli solo se in appositi spazi del circo. A ribardirlo sono anche le Linee Guida che, nel 2006, il Ministero dell’Ambiente ha emanato per i circhi.

A Casamassima, però, le cose vanno in maniera diversa.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI VIDEO: