GEAPRESS – Aveva annunciato di volere lui stesso denunciare, come Primo Cittadino, il circo che aveva portato a spasso per le strade di Bagheria, elefante e cammelli. Ed invece, proprio quel circo, era stato autorizzato dal … Sindaco di Bagheria! La comica vicenda (gravissima per il PAE, Partito Animalista Europeo) è emersa dopo che Enrico Rizzi, coordinatore del PAE, si era rivolto alle autorità di polizia a seguito delle segnalazioni di cittadini indignati che denunciavano la presenza dei grossi animali per le vie della cittadina.

Il Sindaco, Vincenzo Lo Meo, contattato dallo stesso Rizzi, aveva assecondato le proteste dichiarando, in base a quanto riferito dal PAE (vedi articolo GeaPress) che lui stesso voleva denunciare il caso. Invece, stante quanto rilevato dagli organi di informazione locali, il titolare del circo, una volta contattato dalle autorità di polizia, avrebbe esibito l’autorizzazione di Lo Meo. Scontato l’imbarazzo del Sindaco, sebbene l’incongruenza è dovuta ad una distrazione e non ad una volontà di voler autorizzare il circo il quale, parrebbe, non avrebbe dichiarato quali animali utilizzare in strada.

Sul Sindaco piovono ora le critiche al vetriolo del PAE che, in un suo comunicato, lo ha invitato alle dimissioni. “Quella sfilata – ha dichiarato Enrico Rizzi – è proibita dalle normative vigenti anche a seguito del potenziale pericolo per l’incolumità pubblica. Il Sindaco non se ne può ora uscire dicendo che non sapeva quando egli stesso mi aveva dichiarato di voler denunciare il circo“.

Nonostante i ripetuti tentativi, non siamo riusciti stamani a rintracciare il Sindaco di Bagheria. Siamo ovviamente a disposizione per una sua eventuale dichiarazione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati