GEAPRESS – Lo zoo di Poppi non era provvisto della licenza zoo, stabilita da un decreto legislativo del 2005, sebbene fosse stata richiesta. Ritirata invece, a seguito del recente intervento delle Forze dell’Ordine, l’autorizzazione alla detenzione degli animali pericolosi, tra cui un orso, cinque gatti selvatici e due lupi. Per questi animali, conferma la Forestale a GeaPress, sarebbe stato ora contestato pure il maltrattamento. La struttura è chiusa al pubblico mentre il GIP ha già convalidato il sequestro degli animali di cui sopra. Non risultano invece essere stati sequestrate le linci ed i cani procioni.

Nel registro degli indagati non è però ancora stato iscritto alcun nome. Il recente intervento allo zoo di Poppi è stato compiuti dal Servizio Cites del Corpo Forestale dello Stato di Arezzo, dai Forestali del Nucleo di PG della Procura della Repubblica, dal NAS dei Carabinieri, da un Veterinario del Corpo Forestale dello Stato, da un Veterinario del Ministero della Salute e da un Veterinario dell’Istituto Superiore di Sanità.

Gli animali posti sotto sequestro sono stati affidati in custodia giudiziaria al proprietario, mentre il loro trasferimento dipenderà probabilmente dalla capacità dello zoo di sapersi adeguare alle prescrizioni stabilite per garantire il benessere degli animali oltre che le condizioni di sicurezza.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTOGALLERY: