villa di briano II
GEAPRESS – Area interdetta ai giornalisti, stamani a Villa di Briano (CE). Si tratta del luogo vicino il cimitero di Casal di Principe dove da ieri sono in corso gli scavi coordinati dal Corpo Forestale dello Stato su mandato della Procura della Repubblica di Napoli – DDA, in merito al presunto deposito di rifiuti.

Il controllo dei Carabinieri impedisce oggi l’accesso ai luoghi dello scavo già reso difficile dalla fitta pioggia.

Secondo indiscrezione degna di nota pervenuta a GeaPress, stamani sarebbe stato trovato il primo fusto sotterrato il cui contenuto è tutt’ora ignoto. La notizia è stata confermata dalla Forestale. Tra le ipotesi avanzate ed in attesa ancora di riscontro è stata riportata quella di idrocarburi o solventi.

Già da ieri i tecnici dell’ARPA hanno prelevato campioni di terreno.  La profondità presunta dello scavo, nella giornata di ieri,  era di circa dieci metri e già a quel livello erano stati estratti materiali vari forse riferibili a plastiche, materiale tessile e di natura edile.

Cosiderata la profondità dello scavo bisognerà appurare se  il fusto di stamani, sia prossimo, come sembra, alla falda acquifera.

Oggi sul luogo, nonostante la pioggia ed un problema ad un mezzo meccanico, gli scavi stanno continuando.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati