orso sotto spirito
GEAPRESS – Un orso sotto spirito. Era esposto in un ristorante della provincia vietnamita di Quang Binh. Un cliente, sconvolto dalla scena, ha pensato bene di avvisare la Polizia Ambientale che ha provveduto al sequestro.

Il povero animale, del peso di poco inferiore agli otto chili, era stato immerso nell’ alcol con il fine di ricavare un liquore dotato di presunti poteri medicamentosi. Così si sarebbe giustificato il proprietario del locale che ha altresì riferito come tale preparazione  era avvenuta diciassette anni prima. Il motivo sarebbe stato quello di alleviare le  precarie condizioni di salute del suocero.

A diffondere la notizia è stata l’ONG Education for Nature Vietnam, secondo la quale, quando l’orso è stato preparato, il Vietnam era da quattro anni diventato membro della Convenzione di Washington. Si tratta, come è noto, del trattato internazionale che regolamenta il commercio si specie rare e minacciate di estinzione.

In Vietnam sono ancora diffuse la cosiddette fattorie della bile. Orsi della luna o orso malese, allevati all’interno di gabbie poco più grandi delle loro dimesioni. Dall’addome fuoriesce un catetere che drena la bile prodotta dalla cistifellea. L’estratto che se ne ricava ha comprovate funzioni medicamentose ma il principio attivo viene altresì prodotto in laboratorio senza dovere ricorrere alla tortura dei poveri orsi. In altri termini, anche sotto il profilo della salute umana, nulla giustifica più tali allevamenti.

Purtroppo, l’abitudine di mettere sotto alcol animali selvatici, è ancora molto in uso in Vietnam.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati