sacco vibo
GEAPRESS – Una scoperta di certo inaspettata avvenuta stamani, intorno alle 8.30, innanzi il canile di Vibo Valentia. I primi volontari arrivati,  hanno infatti notato un sacco tipo immondizia ben legato ed una piccola museruola in evidenza.

Un piccolo lasciato, magari di oggetti che sono appartenuti al proprio cane ed ora donati per quelli ospitati dall’ENPA. Ed invece è bastato avvicinarsi a quel sacco per capire dall’odore il suo particolare contenuto. All’interno vi era un cagnolino di circa quattro anni, ormai morto.

Al primo momento di sgomento, è subito seguita l’esigenza di capire cosa potesse essere successo. Il primo esame del Medico Veterinario parrebbe evidenziare una  morte avvenuta alcune ore prima e molto probabilmente non per soffocamento. Perchè  qual cane è stato lasciato innanzi al canile?

Abbiamo consegnato il corpo all’Istituto Zooprofilattico – riferisce a GeaPress Enrica Saccone, responsabile ENPA di Vibo Valentia – Aspettiamo i risultati dell’esame autoptico per capire meglio. Di certo non ci aspettavamo un ritrovamento di questo genere. Spero comunque che quel cagnetto non abbia sofferto“.

Il cane è risultato sprovvisto di microchip. Dunque difficilmente sarà possibile sapere qualcosa della sua storia.

 

 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati