pit bull
GEAPRESS – Messo alle strette, ha scelto come mezzo di dissuasione quello di scagliare il Pit bull con il quale si era accompagnato nel corso del furto commesso  in un supermercato di Busto Arsizio (VA).

Due giovani, originari della provincia, erano infatti stati notati nel pomeriggio di ieri con Pit bull al guinzaglio e zainetto a tracolla, mentre prelevavano oggetti vari dagli scaffali infilandoli furtivamente nello zainetto.

Una dipendente, quando i due avevano oltrepassato la cassa senza pagare, ha cercato di fermarli provocando, però, la reazione della giovane coppia. La commessa, infatti, è finita a terra spinta dalla ragazza, mentre il complice la colpiva con pugni arrivandole a mordere una mano. I ladri, ormai trasformatisi in rapinatori, hanno guadagnato l’uscita dove altri dipendenti e clienti che avevano assistito alla scena hanno cercato di bloccarli. A questo punto, per liberarsi di loro, il giovane ha aizzato il Pit bull costringendo le persone a desistere.

Informata la Polizia di Stato, i due sono stati bloccati poco dopo da una volante in una non lontana strada.

La giovane è risultata essere minorenne e per questo è stata condotta al carcere minorile “Beccaria” di Milano, mentre il giovane è stato trasferito questa mattina innanzi al Giudice del Tribunale di Busto Arsizio per la convalida dell’arresto e la direttissima. Per entrambi l’accusa è quella di rapina.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati