figlio daniza
GEAPRESS – Le prime notizie erano circolate già nei giorni scorsi, quando alcuni avvistamenti  erano stati attribuiti ai cuccioli di Daniza, l’orsa morta nel 2014 a seguito di un tentativo di cattura.

La conferma arriva oggi grazie agli esami genetici eseguiti su alcuni compioni organici appartenenti ai due giovani orsi. La loro età è di circa 16 mesi, mentre il peso dovrebbe aggirarsi 40-60 kg.

A darne comunicazione è la Provincia di Trento che ha reso noto le analisi compiute dall’ISPRA, L’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale. L’accertamento è stato reso possibile grazie all’intenso monitoraggio messo in campo  dal Corpo Forestale Trentino.

Il periodo di svernamento ha riguardato un periodo di quattro mesi, da metà novembre 2014 a metà marzo 2015. In primavera i due orsi hanno ripreso la loro attività, confermando le previsioni della Provincia Autonoma di Trento.

In questo periodo dell’anno anche gli altri giovani orsi nati nel 2014 vengono abbandonati dalle madri e intraprendono da soli la nuova fase di vita da soli. Si tratta, comunque del periodo più delicato. La Provincia, a questo proposito, ribadisce l’importanza di non favorire in alcun modo l’avvicinamento ai giovani orsi né, tanto meno, di offrire loro del cibo. Si tratta di un’attività assolutamente inopportuna e vietata dalla legge. Soprattutto in questa fase della loro vita è estremamente importante che essi mantengano la naturale diffidenza nei confronti dell’uomo per massimizzare le loro possibilità di sopravvivenza.

Va infine segnalato che la stagione 2015 sembra essere assai positiva per quel che riguarda il numero di nuove cucciolate osservate. Sarebbero infatti 6-7 quelle attualmente monitorate, e circa 12 i nuovi cuccioli, fermo restando che anche in questo caso ogni bilancio definitivo è rinviato alla conferma genetica che potrà essere acquisita nel corso della stagione (vedi aritolo GeaPress  )

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati