orso marsicanoGEAPRESS – Tempi brevissimi, quelli della provincia di Trento, dopo che nella giornata di ieri un orso ha assalito un uomo che, in compagnia del suo cane, faceva jogging a Cadine, alle porte di Trento (vedi articolo GeaPress GEAPRESS – Tempi brevissimi, quelli della provincia di Trento, dopo che nella giornata di ieri un orso ha assalito un uomo che, in compagnia del suo cane, faceva jogging a Cadine, alle porte di Trento (
). Dopo le dichiarazioni di questo pomeriggio del Presidente Rossi che ha annunciato l’adozione dello stesso protocollo utilizzato l’anno scorso per Daniza (vedi articolo GeaPress) arriva ora la notizia dell’emanazione dell’Ordinanza che dovrebbe fronteggiare l’emergenza.

Il primo obiettivo, riporta la nota della  Provincia di Trento, è quello di identificare l’animale attraverso azioni di monitoraggio e presidio. Provvedimenti, questi, che sono già in corso grazie all’intervento di squadre di Agenti della Forestale che da questa mattina operano nell’area dell’aggressione. Il tutto, spiega la Provincia Autonoma, anche a tutela della sicurezza della popolazione che frequenta la zona.

A tal fine il Governatore Ugo Rossi ha emesso l’Ordinanza che detta la strategia di intervento. Nel corso della videoconferenza tra la Provincia di Trento, il Ministero dell’Ambiente ed i tecnici dell’ISPRA è stato condiviso il piano d’azione predisposto.  Il governatore Rossi è inoltre tornato su una preposta già avanzata l’anno scorso, ovvero introdurre dei limiti ai numeri, oggi non previsti, di orsi presenti nel territorio trentino. Una conferma di tale intento è stata ora esposta al Ministro Galletti. Il Ministro è stato inoltre informato sui contenuti dell’Ordinanza.  Nell’Ordinanza (SCARICA DOCUMENTO) è espressamento indicato che, nel caso di pericolo “grave ed imminente” per gli operatori, è autorizzato l’abbattimento dell’orso.

Intanto sul piano delle verifiche già all’alba di oggi, la squadra di emergenza del Corpo forestale della Provincia ha potuto localizzare con precisione il luogo del fatto, in località Comuni di Cadine di Trento. Sono stati altresì raccolti alcuni reperti organici, che potrebbero risultare utili ad identificare l’orso. Secondo questi primi elementi, come hanno riferito i tecnici della Provincia ai responsabili di ISPRA e Ministero dell’Ambiente, “appare chiaro che l’aggressione sia avvenuta senza la minima provocazione da parte della persona interessata”.

Nel corso della riunione si è parlato anche della possibilità che l’aggressione di ieri pomeriggio possa in qualche modo essere collegata a quella avvenuta alcuni giorni fa nei pressi di Zambana. Si è ritenuto opportuno delimitare l’area di attenzione nei dintorni delle due zone che non sono molto distanti fra loro.

La Provincia di Trento ricorda infine le principali regole di comportamento nei confronti dell’orso.
• Non lasciare mai cibo o rifiuti organici a disposizione dell’orso
• In caso di avvistamento a distanza, non avvicinarsi
• In caso di incontro ravvicinato allontanarsi lentamente
• Segnalare per tempo la propria presenza facendo del rumore
• In caso di aggressività assumere un atteggiamento passivo
• Tenere i cani al guinzaglio
• Comunicare eventuali presenze dell’orso chiamando il numero 335 7705966
• Per le emergenze chiamare il numero 115

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati