lupo to
GEAPRESS – Un giovane maschio, erratico, come si addice alla sua specie. Vagava in cerca di un territorio, ma è finito investito sulla Strada Provinciale che collega Volvera ad Airasca, in provincia di Torino. Si tratta di una zona pianeggiante caratterizzata da campi coltivati, ma non distantissima da Pinerolo e dalla Val di Susa dove la presenza del lupo è ormai da anni accertata.

Un nuovo investimento, dunque, così come avvenuto per altri lupi piemontesi e reso noto oggi dal Servizio Tutela Fauna e Flora della Provincia.  L’automobilista, si è prontamente fermato avvisando la Polizia Municipale di Arasca che si è a sua volta messa in contatto con la Provincia.

L’esame autoptico, eseguito presso la Facoltà di Veterinaria di Torino dall’equipe del professore Ezio Ferroglio, ha così stabilito l’età del lupo: circa 18 mesi. E’ proprio nel periodo compreso tra i 12 mesi ed i tre anni che i lupi maschi diventano erratici. Allontanati dal branco, vanno in cerca di un nuovo territorio ove potersi stabilire.

Secondo l’Assessore alla Tutela della Fauna e della Flora, Marco Balagna, da tempo la Provincia di Torino lancia precisi segnali all’opinione pubblica sul fatto che le specie selvatiche stanno riconquistando il territorio, anche nelle aree di pianura vicine ai grandi centri urbani. – “La presenza di un Lupo così vicino all’area metropolitana – ha aggiunto l’Assessore – sorprende anche gli esperti: è il segnale del fatto che il territorio consente anche a quelle specie che maggiormente rifuggono l’uomo di insediarsi o di transitare temporaneamente nelle aree maggiormente interessate all’attività umana, come le campagne ed i centri abitati alle porte di Torino. Si tratta di un fenomeno naturale di riconquista del territorio, che ha interessato in un primo momento i grandi erbivori come i caprioli, ai quali fanno seguito i rispettivi predatori”.

   VEDI VIDEO RECUPERO LUPO

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati