m25
GEAPRESS – Proveniente dal Trentino ed apparso nel Canton Grigioni. E’ l’orso M25, da qualcuno chiamato Rock&Roll, che però più di ballare rischia di saltare in aria con una fucilata così come già successo, nel recente passato, per altri due orsi.

M25 non ha mai fatto male alle persone e sembra che attualmente sia solo alla ricerca di un territorio tutto tuo. Nel corso di tale peregrinare ha rovistato in alcune arnie ma evidentemente tali prerogative, anche in paesi molto ricchi come la Svizzera che di certo non ha problemi nel risarcire gli apicoltori, fanno parte solo del mondo dei cartoni animati.

Di fatto, nonostante gli appelli, M25 rischia proprio di fine ucciso perchè definito “problematico”.

Il WWF svizzero si è per questo appellato con una PETIZIONE al Consiglio di Stato del Canton Grigioni. Si chiede di accogliere M25 come “ospite gradito” e mettere in campo quel minimo necessario per proteggere greggi ed arnie. Già altri due orsi (JJ3 ed M13) hanno fatto una triste fine. L’ora sembra essere scoccata anche per M25.

Attualmente quasi 22.000 persone, ed in soli pochi giorni, hanno risposto all’appello del WWF che dal canto suo sottolinea il successo dell’iniziativa che si invita a portare avanti.

Basta proteggere le greggi evitando che l’orso diventi un capro espiatorio. Per questo basta un cane addestrato così come, per i bidoni della spazzatura rovistati, semplici accorgimenti tecnici. Insomma, sembrano dire gli ambientalisti, se la monezza dell’uomo viene lasciata a portata di orso non è questo un motivo valido per ammazzarlo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati