salva cinghiale
GEAPRESS – Uno sparo assordante alle 23.00 di ieri sera ed in pieno paese. Così l’ENPA di Savona in merito a quanto successo la scorsa notte a Spotorno.

Il colpo sarebbe stato sparato dal sottostante torrente e ad essere rimasta vittima è stata una femmina di cinghiale circondata dai suoi cuccioli terrorizzati. I piccoli animali si sono stretti attorno alla madre agonizzante.

Decine di persone spaventate sono scese in strada per capire cosa stesse succedendo e, alla vista dell’animale rantolante che dava gli ultimi segni di vita, hanno protestato indignate, mentre i bambini presenti piangevano increduli.

Secondo la Protezione Animali sono sempre più frequenti gli abbattimenti di cinghiali vicini alla città. Segnalazioni che arrivano alle autorità competenti e sulle quali l’ENPA sembra nutrire dubbi sulla reale consistenza. Non si spiega altrimenti la definizione data dagli animalisti su qualche “pensionato che ha avuto l’orto danneggiato o da cittadini che non tollerano la vista di questi animali che cercano solo cibo e se non disturbati se ne ritornano poi nei boschi“.

Il crudo episodio di Spotorno, sempre secondo quanto riportato dall’ENPA, avrebbe provocato l’ira della stragrande maggioranza dei cittadini e del Comune; la famigliola era ormai una presenza costante nel torrente, le cui alte sponde tenevano separati animali e persone. Eppure la stessa legge sulla caccia prescrive che, prima di usare le armi, è obbligo intraprendere “metodi ecologici” per risolvere criticità create da specie selvatiche, come ad esempio sospingere gli animali sulle alture con l’uso di robusti cani da caccia.

La Protezione Animali savonese chiederà nuovamente alla Provincia di stabilire procedure precise per casi del genere, che limitino l’uso di armi dopo l’adozione di sistemi ecologici e solo in presenza di effettivo pericolo per la pubblica incolumità.

Intanto da ieri notte cinque cuccioli di cinghiale sono alle prese con un futuro davvero incerto, come sta accadendo in Trentino per i due figli dell’orsa Daniza.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati