spiagge cani
GEAPRESS – Chi decide di andare in vacanza col proprio cane frequentemente opta per gli agriturismi dove l’ambiente è idoneo alle lunghe passeggiate col proprio amico. Non volendo rinunciare alla spiaggia né alla compagnia di Fido, bisogna però stare attenti ai cartelli di divieto che sempre più frequentemente compaiono sulle spiagge dei Comuni marittimi.

Tale divieto, riferisce l’associazione Earth, nasce dall’ idea del Primo cittadino di salvaguardare l’igiene pubblica, sebbene basterebbe a tale proposito far rispettare la normativa  vigente che obbliga i proprietari a tenere al guinzaglio i propri animali ed a raccoglierne le deiezioni.

Per questo EARTH consiglia ai proprietari dei cani di controllare che i cartelli con il suddetto divieto siano regolamentari. Sempre ad avviso dell’associazione occorre che i Comuni emettano un’Ordinanza che preveda il divieto motivato, l’estensione oraria del  divieto. Il provvedimento deve inoltre essere firmato dal sindaco, da un ‘Assessore delegato o dal Comandante dei vigili Urbani. L’Ordinanza deve essere poi pubblicata presso gli Albi Pretori dei singoli Comuni.

Se una di queste indicazioni manca, riporta nel suo comunicato Earth, l’Ordinanza non è valida. Da non dimenticare, poi, che i cartelli che espongono tale divieto devono recare sul retro il numero dell’Ordinanza comunale di riferimento e la data di scadenza della stessa. Essendo un atto “urgente e contigibile”, non vale all’infinito.

Se vi viene chiesto di allontanarvi dalla spiaggia col vostro cane – dichiara Valentina Coppola, presidente di EARTH – bisogna assicurarsi che si abbia titolo di farlo, altrimenti ogni eventuale multa è impugnabile davanti al Giudice di Pace e quindi contestabile senza essere preventivamente pagata.”

I proprietari devono ricordare – ha concluso Coppola – che è doveroso fare in modo che i propri animali non rechino disturbo ai bagnanti, non sporchino e non causino disagi, ma queste sono regole del vivere civile che andrebbero rispettate da tutti“. In ultimo, ma non per importanza, bisogna evitare che il proprio animale non stia troppo al sole perché i colpi di calore possono essere letali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati