lupo morto
GEAPRESS – Il corpo di una lupa adulta è stato rinvenuto orami privo di vita dagli agenti del Comando Stazione forestale di Scanno. Il luogo del ritrovamento è l’alveo del fiume Tasso, nei pressi della centrale elettrica. Si tratta, spiega la Forestale, di un’area al limite della zona di protezione esterna del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise.

Da un primo esame, richiesto al veterinario della ASL di Avezzano-L’Aquila-Sulmona, è emerso che l’animale presenta escoriazioni e ferite lacero-contuse nella parte posteriore dell’addome. Nessuna supposizione su quanto possa essere successo è stata fino ad ora diffusa.

Al fine di accertare le cause della morte e l’eventuale assenza di malattie infettive e/o parassitarie trasmissibili ad altri animali, la carcassa è stata trasportata presso la sezione diagnostica di Avezzano dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale Abruzzo e Molise. Del caso è stata informata la competente Autorità Giudiziaria.

Il Corpo Forestale dello Stato ha avviato le indagini al fine di accertare quanto realmente successo alla lupa.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati