GEAPRESS – Hanno scelto di nidificare nei pressi di una scuola cittadina, ma l’ENPA di Savona oltre a questo, non aggiunge altri particolari. E’importante, per i volontari della Protezione Animale, proteggere i due aironi cenerini i quali, con grande stupore di alunni e professori, hanno costruito il nido quasi in cima ad un albero. Unica eccezione al segreto calato sul misterioso luogo di nidificazione è la zona di caccia dell’airone, ovvero le foce del Letimbro, anch’esso in piena città. Tra le sue acque è possibile catturare pesci, rane ed anche bisce d’acqua.

L’insolito evento, comune per altre città europee ma niente affatto per l’Italia, sarà monitorato dai volontari i quali lamentano, quale possibile fonte di disturbo, l’invadente rumore degli scooter che sfrecciano nei pressi. Nonostante ciò, sostengono all’ENPA, la città continua ad offrire alcune condizioni di sicurezza che le aree naturali, qualora esposte alla persecuzione diretta dell’uomo, potrebbero non più possedere. A Savona, in più occasioni, l’ENPA ha soccorso animali decisamente insoliti per la fauna urbana. Così è stato, ad esempio, per il ghiro rinvenuto lo scorso luglio (vedi articolo GeaPress). Savona venne anche visitata da un cinghiale, ma dalla città non poté più uscire. Finì ucciso, tra le proteste degli animalisti, da un colpo di fucile sparato dalla Polizia Provinciale. (vedi articolo GeaPress).

Le temperature più alte rispetto alla campagna circostante ed in alcuni casi la maggiore disponibilità di cibo, potrebbero presto tornare a favorire in città la presenza di animali selvatici. In aggiunta a ciò un piccolo (.. per modo di dire) particolare: in città la caccia è vietata.

L’ENPA di Savona ricorda inoltre gli innumerevoli interventi di soccorso della fauna selvatica in molti casi teoricamente spettante, per le specifiche competenze territoriali, agli Enti gestori di Parchi e Ambienti Territoriali di Caccia. Un lavoro enorme e solo in minima parte coperto con il contributo della Provincia.

Per gli alunni della misteriosa scuola di Savona, intanto, la fine dell’anno scolastico sarà accompagnato dal maestoso volo dell’airone cenerino (fino a 1,7 metri di apertura alare) e speriamo presto dalla nascita dei pulcini.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati