GEAPRESS – 3500 cassoni pieni di materiale tecnicamente definibile come rifiuto speciale non pericoloso, che sarebbe dovuto essere distrutto. In particolare i Carabinieri del NOE di Salerno, guidati dal capitano Giuseppe Ambrosone, unitamente alla locale Tenenza di Scafati, hanno sequestrato un milione di barattoli di pomodoro, 45.000 bottiglie di passata di pomodoro, e 8500 barattoli di legumi di diversa misura. Il tutto accatastato nel piazzale di pertinenza di nota ditta di conserve.

Alcuni dei barattoli erano intrisi dai residui di pomodoro. La restante parte si era dispersa a seguito dello scoppio del contenuto. Il valore complessivo del materiale accumulato, ammonterebbe, secondo i Carabinieri, a diverse centinaia di migliaia di euro.

Nel corso del controllo, alla luce delle emergenti responsabilità penali per la violazione dell’articolo 256 del D.Lgs 152/2006 (c.d. Codice dell’Ambiente) circa la gestione non autorizzata di rifiuti, tre persone sono state deferite in stato di libertà ai magistrati della sezione reati ambientali della Procura della Repubblica del Tribunale di Nocera Inferiore, sostituti Giuseppe Cacciapuoti e Marielda Montefusco, guidati dal Procuratore Capo Giancarlo Izzo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati