cane a mare
GEAPRESS – Stagione balneare salva (almeno in parte), per i possessori di cane. Il TAR del Lazio ha infatti emanato Ordinanza di Sospensiva alla Delibera voluta dalla Giunta Marino nello scorso aprile, che impediva l’accesso alle spiagge dei cani padronali.

Si trattava di una Ordinanza relativa a “norme e disposizioni per il litorale marittimo di Roma Capitale”. Tra queste anche il divieto per gli animali, fatto salvo particolari categorie di possessori ed aree eventualmente attrezzate dai gestori degli stabilimenti.

L’associazione Earth aveva però fatto ricorso al TAR che ha ora ritenuto ingiustificato e spropositato il divieto. Una delibera regionale del 2006 aveva inoltre imposto ai Comuni di mettere a disposizione tratti di arenile per gli animali. Un fatto che evidentemente  non aveva avuto riscontro.

Dunque, così come stabilito dal TAR, il Comune di Roma ha ora a disposizione 20 giorni per individuare i tratti di arenile da destinare agli animali.

Sebbene in sede di merito l’Udienza del TAR è stata calendarizzata al prossimo ottobre, l’Ordinanza di Sospensiva salva, almeno in parte, la stagione balneare per i possessori di cani. Il divieto del Comune di Roma, ora inficiato, sarebbe stato in vigore fino al prossimo 30 settembre. La decisione di merito del TAR va oltre questa scadenza. Dunque, il Comune di Roma ed il suo Sindaco, non esattamente amato dagli animalisti, dovrà individuare le aree attrezzate per gli animali.

Sarà comunque importante vedere cosa il TAR deciderà nel mese di Ottobre. Il suo responso, sarà infatti destinato a fare giurisprudenza. Va comunque sottolineato che il Comune di Roma, contro l’Ordinanza di Sospensiva del TAR, potrebbe ricorrere al Consiglio di Stato.

L’associazione Earth, commentando la decisione del TAR, parla ora di nuovo scivolone del Sindaco di Roma. L’Ordinanza del primo cittadino, riferiscono gli animalisti, aveva a dir poco scontentato cittadini e turisti che avevano lamentato una forte discriminazione nei confronti degli animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati