cane lupo cecoslovacco
GEAPRESS – Erano scappati in preda al panico, avviliti dai botti di fine anno. I due cani lupo cecoslovacco, finiti in prossimità della Strada Statale 18 a Reggio calabria avevano però generato altri all’armi che, al di là del reale pericolo, segnalavano la presenza di due lupi.

Della vicenda veniva così interessato il Corpo forestale dello Stato il quale inave diverse pattuglie automontate per verificare la notizia. Il tutto sotto il coordinamento del Comando Provinciale dello stesso Corpo Forestale.

Avvistati i due presunti lupi, gli Agenti della Forestale hanno così potuto accertare che in realtà trattavasi di due cani domestici appartenenti alla razza del “cane lupo cecoslovacco”. I due animali, in ottimo stato di salute, si erano allontanati da una abitazione nella notte tra il trentuno dicembre ed il primo gennaio in  preda al terrore. La causa, riferisce la Forestale, era di ricercarsi nei botti di capodanno esplosi diffusamente nel comprensorio. Così, infatti, si è potuto appurare una volta rintracciato il proprietario

Il Corpo Forestale dello Stato evidenzia a tal proposito l’impegno di questi giorni nella repressione del fenomeno dei fuochi d’artificio illegali. Numerosi i controlli nel territorio che hanno portato al sequestro di ingenti quatità di materiale esplodente. La notizia sui presunti lupi, riferisce sempre la Forestale, era comunque apparsa fin dall’inizio inverosimile tenuto conto delle circostanze di luogo e tempo ma anche sulla base di alcune foto circolate. Ad ogni modo del fatto era stato interessato lo stesso Ente Parco.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati