cane pad
GEAPRESS – Un attrito che blocca il vivere civile. Una situazione che sembra ora essere degenerata anche con il lancio di sacchetti di immondizia.

Il tutto ha preso inizio da quando una signora e di suoi cani si sono trasferiti in una villetta in provincia di Ragusa. Sette cani, ben tenuti ma divenuti oggetto, ricorda la signora, di una incredibile denuncia di maltrattamento di animali. Vuoi vedere che il problema è un’altro?

Nel caso in questione un problema stagionale, visto che i vicini sono presenti solo per pochi mesi l’anno, ovvero quelli estivi. Passato settembre, la loro presenza diventa sporadica. Quanto basta, però, per riaccendere la questione. L’altro giorno, al primo abbaiare del cane, sono volati sacchi di immondizia. Un abbaio forse provocato, dal momento in cui, così come denunciato dalla signora, il suo vicino avrebbe iniziato a rumoreggiare con un oggetto passato tra le inferriate del cancello.

Chiamate ai Carabinieri ed ai Vigili Urbani. Poi la disperata ricerca di un Avvocato che tuteli lei ed i suoi cani.

E dire che la Signora senza grandi disponibilità economiche, aveva deciso di trasferirsi in un’area di campagna per vivere in pace con i suoi cani. Per evitare possibili lamentele, la sera e nelle ore di pranzo, li porta dentro casa. Evidentemente, però, non sono precauzioni da alcuni giudicate sufficienti. Tutto lascia ora presagire una nuova azione legale, ma sull’abbaio dei cani non c’è una legge specifica, bensì l’eventuale applicazione del reato di disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone (art. 659). La questione è nota e già in più occasioni la Cassazione si è espressa sull’argomento dovendo però attingere a precedenti giurisprudenziali che fino agli inizi del 2011 erano quantomeno singolari. Addirittura il rumore generato da una fonderia. Poi il “salto di qualità” ed il riferimento specifico all’abbaio dei cani, in alcuni casi con risvolti quasi tragicomici (vedi articolo GeaPress e Sentenza ).

Liti interminabili tra vicini e forse il sospetto che il cane sia quasi un pretesto. Non è il caso della signora della provincia di Ragusa, la quale denuncia pure vessazioni ed addirittura il lancio dei sacchetti dell’immondizia. Una persona sola che andrebbe aiutata. Un legale, senz’altro, farebbe al caso suo. Nel caso, questa la mail che GeaPress mette a disposizione per un professionista che si volesse segnalare per l’assistenza legale info@geapress.org

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati