GEAPRESS – Più di cento incidenti ogni anno, solo nelle strade dell’entroterra, coinvolti animali selvatici come cinghiali, daini e caprioli.
La Provincia corre ai ripari.
Il progetto pilota, che  è il primo in Liguria, è stato presentato dall’ Assessore Pietro Fossati e dal Comandante della Polizia Provinciale Francesca Bellenzier.
Il primo finanziamento è di 20mila euro e prevede  anche l’educazione stradale dei giovani, saranno coinvolti Aci, Assoutenti ed il Liceo D’Oria.
Saranno installati speciali dissuasori ottici ai bordi delle carreggiate di alcune strade provinciali , le più interessate agli incidenti secondo una elaborazione della Polizia Provinciale.
“Per installare i nuovi dispositivi sulla provinciale 226 della Valle Scrivia fra Montoggio e Busalla – dice l’ Assessore Fossati e sulla provinciale 456 del Turchino fra Masone e il confine alessandrino, perché sono quelli dove negli ultimi due anni abbiamo registrato un quarto di tutti gli incidenti con animali selvatici sul territorio. E lo stesso problema, in misura minore, riguarda altre
provinciali, come la 62 “Franco Rolandi” a Torriglia, la 225 della Fontanabuona e la 9 di Crocefieschi”.

I dissuasori ottici sono degli speciali catarifrangenti che riflettono la luce dei fari anche all’esterno della carreggiata, il sistema sarebbe già stato collaudato all’estero con buoni risultati. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).