daniza pr tr
GEAPRESS – Non  oltre un centinaio di manifestanti giunti oggi a Pinzolo (TN) per manifestare contro l’Ordinanza della Provincia di Trento che, nei giorni scorsi,  ha disposto  la cattura dell’Orsa Daniza.

Fin dal luogo stabilito per l’appuntamento per il corteo, previsto intorno alle 14.00 in piazza Carrera,  si è subito avvertita l’atmosfera surriscaldata. Forse hanno anche pesato gli echi di quanto successo ieri nel palazzo della Provincia, con poco più di una quindicina di manifestanti di cui circa la metà, sono riusciti ad entrare al terzo piano della sede della Provincia Autonoma di Trento fino allo sgombero della Polizia (vedi articolo GEAPRESS).

A Pinzolo, è andata male. Insulti da ambo le parti, spintoni e forse anche dell’altro. Le Forze dell’Ordine non sempre sono riuscite ad evitare il contatto tra manifestanti animalisti ed abitanti.

Di fatto non è partito alcun corteo animalista, visto che i manifestanti sono risuciti a percorrere non più di un paio di centinaio di metri dovendo poi  rimanere fermi nei pressi del Palazzetto del Ghiaccio di Pinzolo. E’ stato infine necessario scortarli fuori dal paese.

La questione dell’Orsa Daniza, sembra, nella cronaca di oggi, essere finita tra spintoni e parole grosse. A prescidere da chi ha iniziato, una brutta storia che si spera possa nel futuro rimanere solo come una parentesi dal contenuto di certo non positivo.

Sempre nella giornata di oggi si è conclusa altra manifestazione animalista, portata avanti innanzi il Palazzo della Regione.  Identica richiesta, ovvero il ritiro dell’Ordinanza, ma presa di distanza per quanto avvenuto ieri.

Oggi, a Pinzolo, era stata organizzata anche una manifestazione opposta a quella animalista, ma la Questura aveva negato il permesso.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati