pierino cane bastone
GEAPRESS – I fatti sarebbero avvenuti a Varese e la foto che mostra un “Pierino” che “percuote il cane con il bastone” sarebbe stata pubblicata nei social network da una indignata  mamma di un bambino che frequenta la scuola elementare. L’esempio di grafia impartito nei banchi, è così diventato virale nei social network.

A diffondere la notizia è ora la Lega Nazionale per la Difesa del Cane che giudica infelice e pericolosa la vignetta che dovrebbe servire ad insegnare la grafia del verbo “percuotere”. A tal proposito l’associazione auspica che nelle scuole venga al più presto inserita l’educazione al rispetto degli animali, a cominciare dagli insegnanti.

Un disegnino di bambino armato di bastone e un cane dolorante. Questo si vede nella vignetta seguita da didascalia che recita “Pierino percuote il cane con il bastone”.

La prima cosa che viene in mente – riporta la Lega Difesa del Cane – è la cosiddetta “buona scuola” tanto acclamata dai nostri governanti e viene da chiedersi se sia poi così buona davvero. Per insegnare ai bambini la corretta grafia di “percuotere” si potevano usare tanti altri esempi; per dirne uno, si poteva usare un tamburo e la frase “Pierino percuote il tamburo”, del resto si chiamano percussioni. E invece no, si è scelto di usare un cane, imprimendo nella mente dei bambini un’immagine non solamente diseducativa e pericolosa per i cani ma anche per i bimbi stessi perché non tutti i quattro zampe accettano le bastonate come sembra fare il povero animale preso di mira da Pierino nella vignetta”.

La mamma che si è giustamente indignata per questo insegnamento avrà sicuramente spiegato al proprio figlio che quello è un gesto orribile ma non possiamo avere la certezza che i genitori degli altri bambini siano stati altrettanto attenti e premurosi. La scuola non dovrebbe insegnare solo grammatica e aritmetica ma anche educare i bambini al rispetto dell’altro”.

Pochi mesi fa i deputati Civati e Brignone hanno presentato alla Camera una proposta per promuovere l’educazione al rispetto degli animali nelle scuole fin dall’infanzia, iniziativa che Lega Nazionale per la Difesa del Cane ha appoggiato totalmente e per la quale ha offerto la propria collaborazione. Questo episodio dimostra quanto la scuola ne abbia bisogno, a partire proprio dagli insegnanti.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati