orsetta I pnalm
GEAPRESS – A distanza di tre settimane dal suo ritrovamento (vedi articolo GeaPress), l’orsetta trovata orfana a Villavallelonga (AQ) è arrivata  a Pescasseroli. Ne da comunicazione il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise che assicura sul buono stato di salute dell’orsetta.

Man mano che il tempo passa – riporta il Parco – grazie ad una alimentazione adeguata e alle cure dello staff del Parco possiamo dire che cresce bene e si alimenta a sufficienza tanto che il suo peso attuale è quasi raddoppiato dal suo arrivo. Oggi pesa  infatti 5,4 kg“.

La dieta seguita, consiste di poppate sommistrate ogni tre ore, a base di latte bovino fresco integrato con proteine, frutta e miele. Inoltre da poco, si è iniziato, ad intervallare l’alimentazione liquida con alcune porzioni solide, per abituarla alla consistenza del cibo.

Rispetto al comportamento l’orsetta tende ad essere molto diffidente e distaccata lasciandosi avvicinare, sempre con reticenza, solo dal custode con la maschera da orso, al momento della poppata. Questo lascia ben sperare per la futura reintroduzione in natura.

Il Parco è sempre più convinto del programma di riabilitazione e rimessa in libertà dell’orsetta e in queste settimana ha acquisito tutti i pareri dei tecnici nazionali ed internazionali che hanno sperimentato, spesso con successo, procedure di reintroduzione di orsi in natura. E’ ovvio – conclude la nota del Parco – che il contesto naturale, l’indole stessa dell’orso e le modalità di svezzamento peseranno sul successo dell’operazione, ma l’Ente ritiene che ad oggi è l’unica strada possibile”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati