cicogna II
GEAPRESS – Sembra un miracolo, riferisce il WWF di Caserta, ma una coppia di cicogne ha scelto la Terra dei Fuochi per costruire il nido.

Un cittadino con grande sensibilità. Si deve a lui se ai protezionisti è pervenuta la segnalazione che viene definita di tutto rilievo. Il volontari del WWF Caserta, hanno così potuto individuare e fotografare un traliccio dell’alta tensione dove è stato collocato il “grande nido”. E’ probabile che la coppia di Cicogne bianche stanno già covando le uova.

Osservazioni successive hanno infatti mostrato una normale attività della coppia : mentre uno dei genitori cova, l’altro compie bellissime evoluzioni grazie ai due metri di apertura alare, scendendo a nutrirsi e raccogliere rami per la costruzione del nido.

Le cicogne, rifersice il WWF, utilizzano spesso la penisola italiana durante le migrazioni, ma non nidificano più di frequente (si stimano dalla 150 alle 200 coppie all’anno, soprattutto in Sicilia) . Preferiscono paesi più “ accoglienti” come la Turchia, la Grecia e le nazioni del Nord e dell’Est Europa: un’antica tradizione vuole infatti che un nido di cicogna sul tetto porti fortuna, ma forse in Italia non tutti lo sanno.

Onde evitare che curiosi o malintenzionati possano infastidire (o peggio ancora uccidere) le  Cicogne della Terra dei Fuochi, il WWF ha deciso di non rivelare l’esatta posizione del nido.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati