wounda jane goodall
GEAPRESS – Ha ritrovato il suo “paradiso”. Con questo termine Jane Goodall, la  nota primatologa, ha descritto la foresta del Congo dove è stata liberata Wounda, una femmina di scimpanzé salvata dal  Chimpanzee Rehabilitation Center di Tchimpounga.

Wounda era stata recuperata pelle ed ossa dopo che i cacciatori avevano ucciso il suo branco. Situazioni come queste, sono purtroppo comuni e caratterizzato la caccia di frodo che ancora oggi rifornisce di giovani scimmie anche strutture della cattività occidentale. Non solo cattività animale ma anche il cosiddetto bushmeat, la carne di animali selvatici tra cui quella di scimpanzé.

Wounda è uno dei 15 scimpanzé che ha riacquistato la libertà perduta. Il tutto grazie all’attività del Centro voluto da Jenae Goodall.

Nel video diffuso dalla primatologa, si vedono  tutte le fasi della liberazione, fin dalla partenza dalla struttura dove era detenuta Wounda. Una volta aperta la gabbia, lo scimpanzé  ha prima cercato il contatto con Rebeca Atencia, primatologa che curerà le fasi di riabilitazione e poi direttamente un abbraccio con Jane Goodall. La foresta, ovvero il “paradiso”, sarà ora la sua nuova ed unica casa possibile.

C’è da sperare che così sarà per sempre.

VEDI IL VIDEO DELLA LIBERAZIONE

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati