GEAPRESS – Il dott. Giovanni Messina, Capo della Polizia Stradale di Palermo e Vice Questore, morto in un tragico incidente stradale sabato scorso, alcuni di noi l’avevano conosciuto non solo per le costanti raccomandazioni alla prudenza. La stessa premura e sincera cortesia non era mancata neanche ad un incontro che alcuni di noi, allora come LAV, avevano avuto in merito al rispetto della normativa sul trasporto degli animali. L’avevamo conosciuto per tale motivo presso la Sezione della Polizia Stradale di Palermo. Un’ esprienza bella e gratificante, perchè le leggi, se poi non vengono fatte rispettare, non servono a niente. Con il Capo della Polizia Stradale di Palermo, capimmo subito di aver trovato un interlocutore che, siamo certi, tutti quelli che hanno a cuore questi temi, e non solo, avrebbero auspicato di poter conoscere.

Nell’incidente di sabato, è morto anche il padre del dott. Messina. Coinvolte, ma per fortuna salve, anche la madre e la moglie. Deceduti invece i due giovani che viaggiavano nell’altra macchina, mentre un altro è ricoverato in coma farmacologico. Meno preoccupanti le condizioni dell’unica ragazza che viaggiava con i tre.

Il Vice Questore lascia due figle di 20 e 15 anni.

A nome della Redazione di GeaPress, nell’esprimere il cordoglio alle famiglie di tutte le vittime, ci riserviamo, avendolo conosciuto ed apprezzato, un pensiero particolare per i familiari del dott. Messina, doppiamente colpiti dal lutto, ed alla Polstrada.

Per la Redazione di GeaPress,
Marcella Porpora