orango
GEAPRESS – Salvataggio, nei giorni scorsi, di una femmina di Orango e del suo piccolo, rimasti irrimediabilmente bloccati dall’incendio della forestale pluviale del Borneo.

A darne comunicazione è l’ONG Animal Rescue International che sottolinea come trattasi di una femmina adulta di oltre 20 anni di vita e del piccolo di circa 2 – 3 anni. I fatti sono avvenuti nel distretto di Semanai, in Indonesia. Gli abitanti del villagio di Simpang Tiga avevano lamentato i danni causati dai due animali costretti a nutrirsi nelle piantagioni.

Nonostante le condizioni della femmina, ormai smagrita, sono occorsi tre dardi anestetici per poterla calmare e consentire così il recupero in tranquillità del piccolo. La femmina, caduta da un albero, è stata presa con una rete; ha fatto di tutto per evitare che venisse preso il giovane. Attorno a lei, però, non c’è più il suo mondo distrutto dagli incendi che stanno facendo spazio alle monocolture.

Madre e piccolo sono stati trasferiti presso il Centro di riabilitazione di Animal Rescue International. L’allattamento del piccolo avviene ora per via artificiale; la femmina, infatti, ha perso il latte a causa delle gravi condizioni di debilitazione.

Secondo Karmele Llano Sanchez, direttore del programma di Animal Rescue International Indonesia, “la povera mamma e il suo piccolo sono rimasti senza cibo per molti mesi a causa dell’incendio che ha distrutto il loro habitat. E ‘straziante vedere oranghi selvatici in questo stato“.

Il peggio, per gli oranghi superstiti, sembra ancora dovere arrivare finito. Nei luoghi, dopo gli incendi dello scorso anno, è attesa una lunga stagione siccitosa a causa del El Nino, il noto fenomeno climatico che si verifica nell’Oceano Pacifico ed in grado di influenzare il clima di ampie zone del nostro pianeta.

L’ONG chiede ora AIUTO  affinchè possano essere sostenute le ingenti spese di recupero dei numerosi Oranghi salvati dagli incendi

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati