orango bruciato
GEAPRESS – Nuovi disastri a seguito dei violenti incendi che sembrano ormai avere deciso il destino di vaste aree dell’Indonesia. L’ultimo caso, documento dall’ONG Centre for Orangutan Protection, è avvenuto nel Kalimatan Orientale, una delle province indonesiane situate nell’isola del Borneo.

Una provincia ricca, sottolinea l’ONG, che ha riservato però una morte orrenda ai due poveri animali rimasti coinvolti nell’incendio. Sul caso stanno ora indagando le autorità di polizia, ma non è difficile supporre che quanto accaduto possa essere ricollegato alla cosiddetta “riconversione” della foresta, ossia la distruzione delle vegetazione originaria e l’utilizzo del suolo per nuovi insediamenti produttivi, come nel caso delle monocolture ma non solo.

Oltre alla madre con il piccolo, infatti, almeno un terzo orango è rimasto ucciso dalle fiamme. A quanto sembra, in questo caso, vi sarebbero dei sospetti sui quali è stata indirizzata la polizia. Il corpo del povero animale è stato recupero e verrà sottoposto ad esame autoptico nelle prossime ore. Nei luoghi, sottolinea Centre for Orangutan Protection, insistono importanti attività produttive collegate al gas naturale e alle miniere di carbone.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati