GEAPRESS – Sono stati 127 gli incendi boschivi divampati ieri in tutta Italia a impegnare i mezzi e il personale del Corpo forestale dello Stato. Ieri giornata nera per la Campania dove sono divampati 32 roghi e proprio in uno di questi incendi, in provincia di Avellino, ha perso la vita l’operaio in servizio presso la SMA (Società Ambientale Regionale), Michele Ciglione, di 57 anni, originario di Quarto (NA).
Le fiamme hanno assediato anche la Calabria, dove sono stati registrati 27 incendi, seguono la Basilicata con 18, la Toscana con 12 e il Lazio con 11 roghi.

La province più colpite dalle fiamme sono Salerno con 21 roghi, Matera e Catanzaro con 11, Cosenza con 9, Potenza con 7 e Caserta con 6 incendi.

In particolare si segnala, in provincia di Cosenza nel Comune di Longobucco in località Latilli, un incendio attivo ormai da molti giorni che sta interessando un’area di alta macchia, cedui e fustaie di elevato valore ambientale, ricadenti in zona protetta.

Oltre agli interventi nell’ambito della flotta aerea di Stato, il Corpo forestale dello Stato è intervenuto con propri elicotteri su 26 incendi.

Sono pervenute al Numero di Emergenza ambientale 1515 un totale di 226 segnalazioni di incendi. Nell’arco della giornata il Corpo forestale dello Stato è stato impegnato con 379 pattuglie operative antincendio ed ha effettuato 33 controlli sul territorio.

Il Corpo forestale dello Stato ricorda il numero di emergenza ambientale 1515, gratuito e attivo tutti i giorni 24 ore su 24, al quale ogni cittadino può segnalare la presenza di incendi o di eventuali incendiari che danno fuoco ai boschi e danneggiano il nostro patrimonio naturale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati