pelle tigre
GEAPRESS – E’ stato diffuso oggi il Wildlife Crime World Report edito dall’United Nations Office on Drugs and Crime (UNODOC) sul bracconaggio e il commercio illegale di migliaia di specie in tutto il mondo. Problemi che secondo l’Ufficio delle Nazioni Unite non solo rappresentano veri e propri pericoli per l’ambiente, ma mettono in crisi lo stato di diritto alimentando conflitti in varie parti del modo. Il rapporto, quale parte del Programma globale dell’UNODC sulla fauna selvatica ed crimini ambientali, sollecita anche una condivisione di responsabilità nell’affrontare problemi che riguardano i prodotti derivati di fauna e flora protetta. Si tratta, in primis, di oggetti per la moda, mobili, prodotti alimentari e pets.

Il rapporto è stato elaborato dall’ UNODC grazie ai dati forniti dalle organizzazioni partner coordinate dal Consorzio Internazionale per la lotta ai Crimini Ambientali (ICCWC). Tra i partecipanti il Segretariato della Convenzione sul commercio internazionale delle specie di flora e fauna selvatiche (CITES) e l’Organizzazione mondiale delle dogane (OMD).

Tra i principali messaggi che il Rapporto vuole trasmettere vi è quello di non limitare il problema solo ad alcuni paesi o regioni; trattasi, invece, di un fenomeno globale. Il traffico di fauna selvatica, infatti, è sempre più riconosciuto come un settore specialistico in mano alla criminalità organizzata oltre che a rappresentare una notevole minaccia per molte specie vegetali e animali. Il lavoro si basa sui dati provenienti da oltre 164.000 sequestri relativi al commercio illegale di fauna selvatica che riguardano a vario titolo ben 120 paesi.

Presentando la relazione, il Direttore Esecutivo dell’UNODC, Yury Fedotov, ricordano “la situazione disperata delle specie ritenute iconiche”, come elefanti, rinoceronti africani e tigre, ha precisato come l’attenzione deve essere posta anche nei confronti di altri meno noti animali. Un problema serio tanto quanto le falle esistenti nelle legislazioni nazionali che di fatto agevolano i trafficanti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati