forestale
GEAPRESS – Secondo quanto reso noto dal Coordinatore Nazionale della UIL-PA Massimo Violante, sarebbero sempre più insistenti le voci per le quali, in sede di decreti attuativi del DDL “Madia” di riforma della Pubblica Amministrazione, il Corpo Forestale dello Stato passerebbe nell’Arma dei Carabinieri come ruolo tecnico ad esaurimento.

Per il Sindacato si tratterebbe di una svendita della professionalità del Corpo Forestale dello Stato, in cambio di chissà quale contropartita.

Siamo seriamente preoccupati – dichiara il Segretario Nazionale UILPA/CFS-DIRFOR Massimiliano Violante – e vorremmo che sul punto ci fossero chiarezza e trasparenza , che al momento mancano completamente. Se il vertice del Corpo sta operando una trattativa del genere e sta svendendo la “pelle” dei Forestali, noi non ci stiamo”.
Il sindacato, nel caso di conferma di tale ipotesi, minaccia proteste eclatanti in difesa “della dignità di coloro che quotidianamente, con il silenzioso lavoro, portano lustro al Corpo Forestale dello Stato e garantiscono la difesa dell’Ambiente”.

In ultimo, il Ministro Martina. Viene chiamato in ballo per sapere cosa intenda dire “in tutta questa partita”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati