GEAPRESS – Forse si prospetta una soluzione per la colonia di pipistrelli di Zelata (vedi articolo GeaPress) frazione di Bereguardo (PV). La nursery delle mamme pipistrello venne chiusa da quando, lo scorso luglio, nel corso dei lavori di ristrutturazione di una finta grotta dedicata alla Madonna di Lourdes, ci si accorse che nell’intercapedine della struttura si era installata una colonia di Vespertilio smargianto. Un pipistrello molto raro, tutelato dalle normative internazionali. Chissà da quanti anni erano lì ma, appena scoperti, nonostante non avessero mai dato fastidio a nessuno, si decise di mandarli via murando gli accessi all’intercapedine.

Dopo un incontro avuto tra il parroco Don Lino, la Regione e L’Ente Parco, parrebbe, informano dalla LIPU di Milano che si sia raggiunto un accordo: riaprire le intercapedini entro la fine di marzo, quando cioè potrebbero iniziare ad arrivare i primi pipistrelli dai luoghi più caldi dove hanno svernato. Parrebbe però che Don Lino abbia sottolineato che prima di deve trovare un muratore. Speriamo che tale ricerca abbia buon esito ….

Intanto della questione se ne è occupata Radio Popolare la quale ha intervistato il Sindaco di Bereguardo Roberto Battagin. Lui sarebbe propenso a costruire un’altra grotta. Chissà come, nel caso, convincerà i pipistrelli a trasferirsi, magari dandogli una mappa con le opportune indicazioni.

Di sicuro, …. una volta trovato il muratore, rimane il dubbio che i poveri pipistrelli non siano proprio graditi. Forse i soliti pregiudizi che non tengono neanche conto dell’estrema utilità di questo animaletto, vero e proprio insetticida naturale che dovrebbe essere invece molto gradito da chi ne condivide i luoghi. La grotta della Madonna si era prestata, chissà da quanto tempo, ad ospitare la nascita di tanti piccoli utili animaletti. Speriamo che possano durare, in pace con tutti. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).