GEAPRESS – Una notte infernale, in provincia di Grosseto, a causa dei roghi che hanno devastato una cinquantina di ettari di macchia mediterranea e pineta. A rimetterci la vita diciannove cavalli e due cani del maneggio Cavallo Natura in località Pingrossino, a monte della Strada Statale 322 nei pressi di Marina di Grosseto. A salvarsi solo i cavalli tenuti in un recinto. In tutto undici animali. Tutti quelli custoditi in stalla, invece, sono morti.

Per il Presidente della Provincia di Grosseto, la vastità dei roghi di questa notte, ora sotto controllo, fa pensare ad un vero e proprio terrorismo ambientale. Tutti i Corpi di Polizia più, ovviamente, i Vigili del Fuoco, hanno prestato la loro opera per il contenimento dell’incendio che ha causato pure l’evacuazione di un grosso camping situato nel tratto di pineta prospiciente il porto turistico di Marina di Grosseto.

Poco o nulla è dato ancora sapere sulla fauna selvatica ed in modo particolare sugli ungulati che potrebbero essere rimasti bloccati nelle recinzioni al propagarsi delle fiamme. Per le Associazioni Italia Nostra, Legambiente, Lav, Maremma Viva, Sentinella della Maremma, Wwf, è andato in fumo un ecosistema importante che avrebbe dovuto richiedere prevenzione, tutela e controllo adeguati, specie nel periodo di maggiore impatto umano. Sebbene non vi sia ancora una ufficialità della notizia, in loco viene dato per scontato che la natura del disastro sia dolosa.

Mentre si stanno ancora spegnendo gli ultimi focolai – hanno dichiarato i rappresentanti delle Associazioni – ricordiamo come in altri paesi europei, nei periodi di caldo e siccità, aumentano i presidi e la prevenzione nei boschi, tutelati costantemente, e le case adiacenti sono dotate di mezzi infrangenti, strutture di controllo e comunicazione. E’ urgente un cambiamento nella consapevolezza del patrimonio collettivo e nella sua gestione“.

Italia Nostra, Legambiente, Lav, Maremma Viva, Sentinella della Maremma, Wwf hanno altresì dichiarato la disponibilità per contribuire alla tutela e alla vigilanza della pineta di Marina di Grosseto, nonché al recupero degli animali in difficoltà. Per tale motivo un appello è rivolto ai propri volontari e a tutti i cittadini per proteggere quanto sopravvissuto al rogo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati