GEAPRESS – L’ultimo esempio è un Martin pescatore, varipinto piccolo volatile tipico delle zone umide. Si è andato a schiantare, nel suo caso, contro una vetrata di una ditta di Vimodrone, a due passi da Cologno Monzese. Prima di essere recuperato da una dipendente dell’azienda, ha ripetutamente sbattuto nel vetro. Secondo l’ENPA è probabile che stesse nidificando in qualche piccola zona umida o bacino artificiale. Fatto, quello della presenza del Martin pescatore, comune anche nelle zone limitrofe della città.

L’animale è stato ricoverato nella Clinica Veterinaria dell’ENPA di Milano dove, riscontrata l’assenza di fratture, è stato rifocillato e consegnato all’oasi del WWF di Vanzago, per la sua successiva liberazione.

La preoccupazione dell’ENPA, però, è rivolta al sempre più massiccio impiego di materiali riflettenti utilizzati nelle costruzioni di nuova concezione. I riverberi di luce, disorientano gli ucceli, provocandone la collisione con le superfici ove sono stesi i materiali. Un vero e proprio inganno per i poveri animali che, convinti di stare a volare in assoluta libertà, si vanno a schiantare a velocità nelle costruzioni, che possono in tal maniera procurarne anche la morte.   

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati