dario fo
GEAPRESS – E’ morto Dario Fo. Era ricoverato da alcuni  giorni presso l’ospedale Sacco di Milano.

Di lui si continuerà a parlare come il giullare che si fece beffa del potere. Un premio Nobel che suscitò  polemiche, alle quali rispose con il sorriso che era tipico della sua esistenza “esageratamente fortunata” (la definizione era dello stesso Fo).

Fu uno dei primi che criticò le biotecnologie, proprio in occasione dell’assegnazione del premio Nobel, continuando negli anni a manifestare le sue contrarietà, anche nelle sedi più prestigiose, unendole a quelle sulla clonazione.

In una intervista al Corriere della sera, dopo un lungo tenero ricordo di Franca Rame che “vive ancora, se non altro nei miei sogni e nel pensiero di ogni giorno”, gli fu chiesto come immaginava “la  fine, la fine di tutto”. La descrisse “come quella dei boschi, degli animali, degli animali liberi, non dico di quelli costretti ad essere massacrati o squarciati. Così, penso che finisca tutto e poi si riprenda nel giro della memoria“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati