forestale
GEAPRESS – Comunicato in senso contrario rispetto alla spirito della manifestazione ieri indetta dall’UGL Forestali in occasione della discussione dell’art. 7 dell DDL Madia. Mentre il sindacato aveva addirittura esposto il fantoccio di un fantasma, che avrebbe dovuto rappresentare le presunte inerzie del Ministro, il Capo del Corpo Forestale dello Stato Cesare Patrone, lancia oggi un segnale in senso opposto: il Ministro Martina va ringraziato per il suo impegno.

La questione, come è noto, è quella del futuro del Corpo Forestale dello Stato che, secondo voci ormai ricorrenti, potrebbe essere incorporato nella Polizia di Stato. Meno chiaro, invece, il destino delle funzioni. Anche su questo, però, il Capo del Corpo Forestale ha una sua visione. Ad essere salvata, infatti, sarebbe l’unitarietà del Corpo e l’impegno futuro deve essere ora concentrato sulla piena autonomia dello stesso. Dunque, parrebbe di capire, anche delle funzioni.

Voglio ringraziare – ha dichiarato il dott. Cesare Patrone – il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, per l’impegno profuso in questi mesi a favore del Corpo forestale dello Stato, soprattutto dopo il si del Senato all’emendamento contenuto nella delega per la riorganizzazione della Pubblica Amministrazione, che prevede il riordino della Forestale e tutela l’unitarietà del Corpo, scongiurando così la dispersione delle sue competenze”.

Ringrazio il Senato della Repubblica che ha affrontato la questione del Corpo  forestale dello Stato con un ampio dibattito. Quello di ieri è solo un primo passo che garantisce l’unitarietà del Corpo –  continua Cesare Patrone  – un’occasione importante che porterà ad una riorganizzazione efficace ed efficiente che migliorerà gli attuali livelli di presidio ambientale  e  agroalimentare”.

La delega alla riforma della Pubblica Amministrazione, rappresenta l’opportunità che il Governo  offre affinché vengano riconosciuti  al Corpo forestale dello Stato la piena unitarietà e l’autonomia, la salvaguardia di tutto il personale compreso quello  che opera per la gestione delle Riserve Naturali dello Stato, nonché un ruolo centrale nella tutela dell’ambiente e dell’agroalimentare italiano, segnale importante anche in vista dell’imminente inaugurazione dell’EXPO”.

“Il Corpo forestale dello Stato – ha concluso Patrone – è a disposizione del Governo per ogni iniziativa utile che possa favorire l’impiego delle Polizie Provinciali che rappresentano una risorsa importante del nostro Paese. Auspico che il lavoro iniziato al Senato possa  proseguire alla Camera, affinché venga riconosciuto il lavoro altamente specializzato svolto dal personale del Corpo forestale, con competenza,  esperienza e professionalità, che non ha eguali e che si è sempre fatto portatore della cultura della disponibilità e della concretezza”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati