cina cane poliziotto
GEAPRESS – Un funerale in piena regola, quello avvenuto in Cina per il Labrador poliziotto.

Foto, bara, drappo nero e poliziotti in divisa con altri cani al seguito.

Il cane defunto, a quanto sembra, si era distinto nel corso dei Giochi Olimpici estivi del 2008. Era utilizzato nel corso di interventi di prevenzione e per la sicurezza del pubblico. Il Dipartimento di Polizia della città di Wuhan, ha così deciso di dedicargli un funerale degno di cotanto impegno. Una decisione che sembra stridere, però, in un  paese dove il cane è ancora cosiderato un animale di cui cibarsi.

In realtà, sottolinea l’ONG Animal Welfare Project, attiva in Cina e con sede centrale negli Stati Uniti, l’alimentazione a base di carne di cane e di gatto, è limitata ad alcune regioni. La maggior parte delle persone, invece, considera un abominio nutrirsi della loro carne. Un fenomeno subculturale che è stato recentemente contrastato anche con il clamoroso assalto di alcuni camion, operato dagli animalisti cinesi. Al loro interno, come è noto, vi erano cani destinati all’alimentazione. Il trasporto a quanto sembra, era irregolare.

WangCai, questo il nome del cane poliziotto deceduto all’età di 12 anni, è stato accompagnato nel corso del corteo funebre esponendo le numerose medaglie che si era guadagnato sul campo.

Secondo Animal Welfare Project, molte delle persone che ancora mangiano carne di cane, lo continuano a fare selezionando solo meticci. Verrebbero infatti considerati come “inutili”. Si tratta però di un retaggio del passato ed il tal senso l’ONG sta svolgendo un utile campagna di sensibilizzazione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati